il tempo passato

Questa mattina ci si interrogava sul senso del passato.

Quello che si colloca prima di noi nel tempo lo pone forse in condizione di “cosa superata”?

Ma l’essere AVANTI solo temporalmente non coincide sempre con l’essere avanti e in progresso nella civiltà, nell’apertura alla diversità (come occasione di confronto – scambio – integrazione – sviluppo di nuove idee), nelle scelte, nei comportamenti, nell’etica.

Forse perché il nostro tempo personale ha un biglietto di sola andata e per poche fermate su un treno che però viaggia su un lungo, lungo binario, lungo ma circolare… e generazioni diverse, anche a distanza di secoli, poi si ritrovano stranamente nelle stesse stazioni… magari non si rendono conto che sono proprio quelle stazioni, quelle nelle fotografie o nei disegni dei loro avi, ma solo perché nel frattempo è stato fatto qualche lavoro di manutenzione, di ristrutturazione della facciata.

5 Responses to “il tempo passato”


  1. 1 petronilla 8 luglio2008 alle 7:56 am

    Non so quanto sia pertinente pero’ a Milano due stazioni della metropolitana costruite negli anni ’60 sono state considerate patrimonio artistico della citta’ e non potranno essere modificate. Questa cosa mi da un’enorme soddisfazione, una decisione saggia ogni diecimila e’ un punto per la speranza di un paese civile…o no? :0

  2. 2 osolemia 8 luglio2008 alle 4:47 pm

    la mia era una metafora su come le situazioni politiche e sociali, nonostante passino anni, decenni, secoli, si ripropongono senpre uguali, sempre con gli stessi errori, come se il passato, essendo passato, non avesse più niente da insegnarci. ritornano le guerre e sono sempre la stesse, cambia solo la scusa di facciata, la giustificazione venduta ai giornali, ma poi la sostanza non cambia. ritornano i soprusi, la minaccia, il genocidio, i diritti negati. ripeto, fanno giusto un lavoro di “facciata”, ma poi la sostanza non cambia. e questa fa parte della mie serie di scoperte dell’acqua calda😉 .
    questo è il senso “politico” del post, ma quello che hai scritto tu, petronilla, ci sta tutto, è pertinente, certo. l’hai interpretato così e in effetti rientra anche questo nel messaggio del post, anche la soddisfazione per il fatto che in una città dinamica come milano vengano anche fatte scelte che tutelano il patrimonio artistico, che, a sua volta, fa parte della storia, della memoria di una città.

  3. 3 petronilla 9 luglio2008 alle 7:31 am

    E io da li’ volevo partire, pensare, sperare, che se si comincia a riflettere sul valore delle cose passate, magari si comincia a riflettere anche sul passato stesso, sugli errori commessi…
    Personalmente la mia grande delusione e’ vedere come le persone dimentichino facilmente, come giudichino un fatto, una situazione, addirittura un’etnia, sulla base dell’ultima vicenda accaduta, senza sapere o voler cercare di capire la storia del loro prossimo…

  4. 4 osolemia 9 luglio2008 alle 7:46 am

    Brava Petro, siamo sulla stessa lunghezza d’onda!

  5. 5 petronilla 9 luglio2008 alle 8:26 am

    Me n’ero accorta, e’ per questo che sono entrata in “casa” tua!
    E ti dico altresi’ che condividiamo le stesse radici lucane,e la cosa mi rende orgogliosa, della regione di mio padre e delle brillanti menti che esportiamo😉


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




luglio: 2008
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Post più letti

Più cliccati

  • Nessuna

Visit LucaniaLab

Blog Stats

  • 38,343 hits

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: