aspettando


Dondolano le gambe al di là della ringhiera,

ciondolano speranze al di là dell’orizzonte.

Rincorrono il sole oltre la linea del tramonto, giù, seguono i suoi raggi, aspettando la notte i miei pensieri. L’alba me li restituirà puliti

domani.

(OSoleMia, 2003)

11 Responses to “aspettando”


  1. 1 donnaemadre 23 settembre2008 alle 6:13 pm

    Ma è bellissima!

    Io non amo le tante parole, gli esercizi letterari che sanno di virtuosismo privo di contenuto.

    Amo queste tue scarne parole, amo questa tua immagine, che ci restituisce giovani, con gambe che ciondolano assieme ai nostri sogni, occhi persi verso il tramonto, notte senza tormenti, cuore che il mattino restituirà pulito.

    Conserva i tuoi sogni figlia, e non lasciare che la vita, le delusioni, la città scalfiscano i tuoi bei principi, quel comportamento tosto e sano che restituisce anche a noi un sogno incontaminato.

  2. 2 osolemia 23 settembre2008 alle 6:47 pm

    o_O
    Diemmina… me… commossa… io bimba piccina con gambe ciondolanti e cono gelato nella mano…😉

  3. 4 arthur 26 settembre2008 alle 10:14 am

    Sai cosa mi è venuto in mente leggendo le tue parole, quando ragazzino passavo insieme ad i miei compagni, pomeriggi seduti sul muretto, con le gambe ciondoloni, aspettando, aspettando, boh, chissà cosa… che passasse il tempo, che succedesse qualcosa, aspettando forse un “ritorno”, chissà cosa…

    E poi bella l’immagine di Diemme “Amo queste tue scarne parole… “

  4. 5 vitocola 27 settembre2008 alle 2:07 pm

    …ma non ho capito perchè i pensieri notturni sono sporchi…
    😀

  5. 6 donnaemadre 27 settembre2008 alle 3:26 pm

    E’ una battuta? Io l’ho capita tutt’al più come carichi di ansia, che l’alba avrebbe spazzato via…

  6. 7 Pino 28 settembre2008 alle 10:48 am

    Tick-tock, tick-tock
    Tick-tock, tick-tock
    Tick-tock, tick-tock
    Tick-tock, tick-tock
    La, la, la, la, la, la, la

    Like a cat in heat, stuck in a moving car
    A scary conversation, shut my eyes, can’t find the brake
    What if they say that you’re a climber
    Naturally I’m worried, if I do it alone
    Who really cares, cause it’s your life
    You never know, it could be great
    Take a chance cause you might grow
    Oh, ah, oh

    What you waiting
    What you waiting
    What you waiting
    What you waiting
    What you waiting for

    What you waiting
    What you waiting
    What you waiting
    What you waiting
    What you waiting for

    Tick-tock, tick-tock
    Tick-tock, tick-tock
    Take a chance you stupid ho

    Like an echo pedal you’re repeating yourself
    You know it all by heart
    Why are you standing in one place
    Born to blossom, bloom to perish
    Your moment has run out
    Cause of your sex chromosome
    I know it’s so messed up
    How our society all thinks (for sure)
    Life is short, you’re capable (uh huh)

    Oh, ah, oh
    Look at your watch now
    You’re still a super hot female
    You got your million-dollar contract
    And they’re all waiting for your hot track

    What you waiting
    What you waiting
    What you waiting
    What you waiting
    What you waiting for

    What you waiting
    What you waiting
    What you waiting
    What you waiting
    What you waiting for

    I can’t wait to go back and do Japan
    Get me lots of brand new fans
    Osaka, Tokyo
    Your Harajuku girls
    Damn, you’ve got some wicked style

    Go

    Look at your watch now
    You’re still a super hot female
    You got your million dollar contract
    And they’re all waiting for your hot track

    What you waiting
    What you waiting
    What you waiting
    What you waiting
    What you waiting for

    What you waiting
    What you waiting
    What you waiting
    What you waiting
    What you waiting for

    What you waiting for
    What you waiting for

    (What you waiting for)
    Take a chance you stupid ho

    Take a chance you stupid ho

    What you waiting for
    What you waiting for

    (What you waiting for)
    Take a chance you stupid ho

    Take a chance you stupid ho

  7. 8 pani 28 settembre2008 alle 8:22 pm

    i pensieri si sporcano quando ci si sta troppo sopra, a rimuginare. Il sonno li mette in lavatrice.
    Brava Osole, non ci avevo mai pensato.

  8. 9 osolemia 29 settembre2008 alle 3:53 pm

    Bravo Pani, la tua interpretazione è quella corretta, è proprio quello che volevo dire…
    visto che non son brava con le parole e i concetti… mi sa che la prossima volta ti chiedo aiuto. mi fai un preventivo… tipo, se compro una vocale, quanto mi costa?😉

  9. 10 donnaemadre 29 settembre2008 alle 8:32 pm

    Guarda Osole, che comprare una vocale nel lessico familiare di Diemme non è una bella cosa ( cfr. http://donnaemadre.wordpress.com/178/ , pensiero n.36, in fondo… )

    *** io t’ho avvisato… ***

  10. 11 pani 29 settembre2008 alle 9:43 pm

    ma le vocali le avevi già messe, io ho solo interpretato. Come quando un pianista esegue una sonata di Chopin: interpreta a suo modo.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




settembre: 2008
L M M G V S D
« Ago   Ott »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Post più letti

Più cliccati

  • Nessuna

Visit LucaniaLab

Blog Stats

  • 38,343 hits

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: